20 giugno 2012 – arrivo della statua della Madonna di Fatima
Giugno 22, 2012
Canale Streaming
Agosto 16, 2012
Show all

15/08/2012 PROFANATO IL SANTUARIO DI MARIA SS. DI COSTANTINOPOLI

Ieri pomeriggio in paese ci sono stati tre episodi di vandalismo!

Ancora una volta a Rende episodi di microcriminalità mai verificatisi forse con questa intensità.

Partiamo dal pomeriggio quando alcuni ignoti (?) hanno sventrato il portone della Chiesa Madre per rubare forse qualcosa di valore.

Purtroppo per loro all’interno della Chiesa non c’era niente in quanto sono in atto lavori di ristrutturazione e la Chiesa è quindi priva di ostie benedette.

Non contenti sono passati al Santuario di Costantinopoli. 

Qui hanno divelto la porta del tabernacolo e rubato la pisside con tutte le ostie consacrate all’interno!!

 

AGGIORNAMENTO

Per corretta informazione non sono state rubate le pissidi con tutte le particole ma i soli coperchi.

 Altro episodio sconcertante è stato lo scippo ad un’anziana signora da parte di un ragazzo su uno scooter… Per fortuna la signora sta bene e il rapinatore non è riuscito nel suo intento, perchè la borsa è rimasta in mano alla  signora.

 

 

Atti di vandalismo puro, eseguiti da persone senza scrupoli, ignoranti che dovrebbero meritare la giusta punizione! Ma sappiamo già che in passato per altri gesti gravi non è stato punito nessuno!!

 

Alcuni sulla nostra pagina di Facebook hanno scritto che il furto di ostie consacrate serve per le messe nere ( su internet si trovano dei link in cui si dice che servano le ostie di tre chiese consacrate).

 

 

Sinceramente penso siano invece ignoranti e buoni a nulla, perchè altrimenti avrebbero tentato di scassinare la cassetta delle offerte o tentato di rapinare un’anziana signora?

E ricordiamo, con rabbia e disprezzo:

1)Il saccheggio al cimitero, rimasto impunito purtroppo, dove ignoti (?) hanno rubato i portafiori in rame. E nessun giornale locale o telegiornale locale ne ha parlato purtroppo.  – LINK

 Una nota del nostro amico Tony Vivacqua riguardante il saccheggio del cimitero: LINK

2) Le auto del paese tutte rigate da balordi – LINK 

 

3) il furto del busto di Giuseppe Mazzini alla villetta della posta. Qui un’immagine 

 

4) Il furto alla Posta stessa, in cui questi sciagurati hanno rubato, per fortuna, la cassetta contenente cancelleria (penne, matite, gomme, dcc.)

 

5) I furti di varie auto parcheggiate in paese.

 

 

6) Il saccheggio a palazzo Basile, lasciato dal comune a libero servizio per criminali che hanno svaligiato tutto. LINK 

 

 

7) La discarica abusiva di pneumatici alle falde della collina, una vera bomba ecologica! LINK 

Oggi pomeriggio  ore 18,30 alla chiesa di costantinopoli ci sara’ il vescovo per celebrare una S. Messa di riparazione. siate numerosi!!! e’ importante. 

 Speriamo che le autorità intervengano per aiutare un comunità che una volta era da tutti definita la “Molinella del sud“, ed ora è lasciata a se stessa, senza un vigile o un carabiniere che gira nel paese… Ognuno è padrone di fare quello che vuole, senza che qualcuno dica o faccia qualcosa.

Purtroppo il degrado sta lacerando le ultime persone che vivono in questo splendido paese

Speriamo il comune si svegli e faccia qualcosa di serio, come un sistema di video-sorveglianza 0/24 come è in atto a corso Mazzini a Cosenza da ormai svariati anni, o un posto fisso di vigili urbani e Carabinieri, in modo da far tacere questi “ladri di galline” che stanno facendo cadere Rende nel baratro più profondo!!

 

 

 

 

2 Comments

  1. maria brunella ha detto:

    Nel mese di marzo avevo chiesto un appuntamento al sindaco avv. Vittorio cavalcanti. Ma il suo segretario mi ha dirottato dal vicesindaci che non ha nemmeni inteso ricevermi e quantomeno ha rispisto al telefono.lo scopo del mio inrervento era quello di realizzare un posto fisso di protezione civile che svolgesse anche attivita’ di sorveglianza e controllo del territorio
    h24

    • admin ha detto:

      Penso che dovremmo far vedere ai carabinieri, ai vigili e al sindaco queste pagine del sito. E anche ai giornali, chissà si rendono conto del degrado e ci aiutano…
      Ormai sembriamo i quartieri spagnoli di Napoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *